Coronavirus, famiglie con figli autistici chiedono certificato medico per uscite

di redazione

item-thumbnail

Le famiglie con figli autistici chiedono un certificato medico per poter uscire. Ne parla Il Corriere della Sera.

Le persone con difficoltà particolari continuano a sentirsi sole. Un’emergenza nell’emergenza quella che riguarda i soggetti con disabilità o non autosufficienti e che coinvolge intere famiglie.

A farsi carico delle richieste è stata in particolare la deputata di Italia Viva Lisa Noja: “Mi faccio portavoce delle istanze sollevate dalle associazioni di chiedereespressamente al Governo che venga emessa il prima possibile una circolare precisa che legittimi le persone con disabilità intellettiva ad uscire di casa rispettando tutte le indicazioni richieste dai vari Dpi“.

Ci sarebbero stati anche casi di famiglie con figli autistici multate mentre erano in strada insieme a loro per necessità di salute personale. Lo denunciano le organizzazioni. “Sono venuta a conoscenza di qualche nostra famiglia che ha avuto problemi con le forze dell’ordine oppure che ha preso una multa per essere usciti senza poter dimostrare la stretta necessità“, racconta l’Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici.

Uscire di casa può essere necessario per le persone con disabilità, così sottolinea la coordinatrice di Casa Solidale a Milano, Fabrizia Rondelli: “Il movimento fisico è necessario soprattutto per contenere eventuali gravi crisi. Camminare nella natura rilassa mio figlio a livello metabolico e lo aiuta a scaricare le tensioni, come succede a tutte quelle persone che hanno estrema difficoltà a restare per troppo tempo chiuse in casa“.

Chiediamo al governo misure meno restrittive, perché per i nostri figli l’abitudine della passeggiata al parco o del giretto in macchina è fondamentale per non creare comportamenti problematici in quelli tra loro che non capiscono il motivo della reclusione” è questa la richiesta del presidente dell’Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici Benedetta Demartis.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione