Coronavirus, come fare una lezione in diretta streaming utilizzando il Tablet come lavagna

Stampa
ex

inviata dal Prof. Rocco Silano –  Insegno matematica ad Urbino presso l’ITIS “E. Mattei”. In questi giorni in cui si parla tanto di didattica a distanza vorrei raccontarvi la mia esperienza.

Da gennaio ho cominciato a fare dirette streaming in classe e non solo a distanza, per far sì che gli assenti a casa possano seguire la lezione ma soprattutto per trasformare il mio tablet in uno strumento con cui gestire l’attività didattica in quanto su di esso ho i file e i video delle lezioni organizzati in cartelle, condivisi con la classe ecc. . In pratica è come avere la LIM sul tablet.

Già dall’inizio dell’anno avevo cominciato a video-registrare con uno smartphone le mie lezioni affinché fossero fruibili in differita (non solo dagli assenti ma anche da chi aveva bisogno di rivedere la lezione) poi ho pensato di fare delle dirette non più tramite smartphone ma con il tablet.

In pratica attraverso una App  attivo la live ed utilizzo il mio Tablet come una LIM, quindi scrivo sopra, carico immagini, ecc. Con il computer della classe mi collego via software alla live attraverso un link in modo tale che i ragazzi possano vedere la lezione sulla LIM.

Inoltre la live è interattiva, quindi può scrivere sopra chiunque partecipi, in classe ad esempio si può continuare anche a scrivere sulla LIM dell’aula (in quanto destinatario).

La App con cui gestisco il tutto permette di organizzare le lezioni anche in modo diverso, ad esempio non si deve partire necessariamente dalla lavagna bianca ma potrei avere già la lezione predisposta con testo e immagini che però non rimane preconfezionata (come in un’illustrazione) in quanto si può intervenire su queste “lavagne” già pronte scrivendo sopra, sottolineando, caricando nuove immagini ecc..

In sintesi vorrei dire che in questi giorni bisogna riflettere non solo sulla didattica a distanza come un modo per replicare la didattica in aula (tra l’altro è impossibile) ma sulle opportunità tecnologiche che possano supportare o farci ripensare ai nostri stili di insegnamento.

Come dire, non pensiamo solo alla gestione di questa emergenza ma trasformiamo il disagio in una opportunità.

Stampa

Didattica digitale integrata. Eurosofia ha creato un innovativo ciclo formativo per acquisire le competenze specifiche