Coronavirus e vacanze di Pasqua, Codacons ne chiede la cancellazione: stop didattica solo il lunedì

Stampa

La proposta arriva dal Codacons, associazione dei consumatori che, preoccupata per studenti e famiglie, chiede al Ministro di rivedere il calendario scolastico.

Per l’associazione, infatti, critica il Ministro che e, a suo parere, “non ha provveduto a cancellare la vacanze di Pasqua nel settore scolastico, con gli studenti che dal 9 al 14 aprile si vedranno sospendere tutte le attività didattiche”.

“E’ semplicemente folle in questa situazione di emergenza, con le scuole chiuse e gli studenti che hanno perso ore e ore di lezione, confermare le vacanze di Pasqua – spiega il presidente Carlo Rienzi – Aggiungere altri periodi di sospensione della didattica a quelli già saltati per effetto del coronavirus, senza alcuna modifica del calendario scolastico, è una scelta assurda che danneggerà gli studenti italiani, e sembra una presa in giro, considerato che in ogni caso non è possibile godere delle vacanze né muoversi e spostarsi”.

Per l’associazione dei consumatori, il Ministero dell’Istruzione “deve immediatamente cancellare le vacanze di Pasqua nel settore scolastico previste dal 9 al 14 aprile, sospendendo le attività di didattica a distanza solo per il lunedì di Pasquetta, oltre alla domenica e ai giorni festivi già previsti. Il calendario scolastico e i relativi giorni di sospensione delle attività devono inoltre essere rivisti e modificati sulla base della nuova situazione determinatasi in Italia, al fine di recuperare le ore di lezione perse a causa del coronavirus”.

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata