04 Agosto 2020 - Aggiornato alle 07:31

Coronavirus e riaperture 18 maggio: la distanza passa da 1 a 2 metri

Dal 18 maggio potranno riaprire bar, ristoranti, negozi al dettaglio, parrucchieri, centri estetici ma anche musei, gallerie d’arte e siti archeologici. La distanza da tenere passa a 2 metri.

L’Italia si prepara al 18 maggio, giorno in cui riapriranno i negozi al dettaglio e i centri commerciali. Proprio in vista di questa data cambiano le regole del distanziamento sociale che dovrà essere di 2 metri invece del metro fin qui consentito.

Uso della mascherina e divieto di assembramento restano regole da rispettare in ogni caso, così come il distanziamento sociale che, come abbiamo anticipato, imporrà di mantenere la distanza di almeno 2 metri.

Il 18 maggio sarà la data di riapertura anche per bar, ristoranti, parrucchieri, barbieri, centri estetici oltre che per i negozi al dettaglio non alimentari. Riapriranno alla stessa data anche musei, gallerie d’arte, e siti archeologici ma in ogni caso, anche se ci sarà più possibilità di muoversi sarà sempre necessaria l’autocertificazione anche all’interno della propria Regione.

Si  è in attesa, ora, del nuovo Dcpm che allenterà notevolmente le restrizioni e che restituirà alle regioni i poteri di riaprire le attività in autonomia apatto che i dati forniti dalle stesse siano in linea con quelli di cui è in possesso il ministero della Salute.

Ritorno a scuola. Il 14 settembre il riavvio in sicurezza, previsti nuovi spazi alternativi. Segui i corsi di Eurosofia sugli adeguamenti necessari