Coronavirus e didattica a distanza, Anarpe: ringraziamo dirigenti e docenti per servizio svolto al Paese

Stampa
ex

Lettera ANARPE alle case editrici del settore editoriale educativo, alle agenzie e ai concessionari, ai Dirigenti scolastici di ogni ordine e grado.

In questo momento così difficile per il nostro Paese, consideriamo il diritto allo studio quale riferimento imprescindibile per il futuro delle generazioni.

Con grande tenacia e altrettanta flessibilità la scuola sta dimostrando capacità e resilienza nel fornire continuità didattica a bambine e bambini, ragazze e ragazzi, accettando e facendo propri modelli innovativi dettati dall’emergenza.

Gli editori scolastici hanno immediatamente messo a disposizione di Dirigenti e docenti quanto in loro possesso per accompagnare questo difficile passaggio: piattaforme didattiche su cui operare in modalità di classe virtuale, enormi quantità di contenuti digitali di qualità che, in questo frangente, si rivelano particolarmente utili per fare lezione e accompagnare lo studio sui libri di testo.

Con spirito di collaborazione, insieme ai promotori editoriali ANARPE che da sempre operano con questi obiettivi, le case editrici scolastiche offrono assistenza e affiancamento ai docenti nell’interazione con la nuova, e auguriamoci temporanea, realtà.

Un sentito ringraziamento ai Dirigenti scolastici, a tutto il corpo docente e al personale della scuola per quanto sta facendo per il bene del Paese.

Giovanni Bonfanti – Presidente del Gruppo Educativo AIE

Vincenzo Calò – Presidente ANARPE

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia