Coronavirus, docenti precari: anche noi facciamo didattica a distanza, dateci il bonus 500 euro

Stampa

Coronavirus: da oggi fino al 31 marzo i docenti beneficiari della Carta Docente bonus 500 euro potranno utilizzare nuovi strumenti utili per la didattica a distanza. 

Ampliati hardware acquistabili con Carta docente

L’unica modifica apportata è stato l’ampliamento degli hardware acquistabili con la Carta.

“L’intervento  – spiega il Ministro Azzolina – ha l’obiettivo di sostenere l’aggiornamento professionale degli insegnanti per migliorare l’organizzazione delle diverse forme di didattica a distanza in questo momento di emergenza”.

A questo proposito sono state aggiornate le FAQ del Ministero dell’istruzione in cui viene spiegato nel dettaglio cosa è possibile acquistare con il bonus 500 euro.

In particolare la FAQ

La Carta del Docente consente “l’acquisto di hardware”: vi rientrano anche smartphone, tablet, stampanti, toner, cartucce e pennette USB?
La Carta del Docente permette “di sostenere la formazione continua dei docenti e di valorizzarne le competenze professionali” (art. 1, comma 121, legge 107/2015). Di conseguenza, personal computer, computer portatili o notebook, computer palmari, e-book reader, tablet, strumenti di robotica educativa rientrano nella categoria degli strumenti informatici che sostengono la formazione continua dei docenti. Altri dispositivi elettronici che hanno come principale finalità le comunicazioni elettroniche, come ad esempio gli smartphone, non sono da considerarsi prevalentemente funzionali ai fini promossi dalla Carta del Docente, come non vi rientrano le
componenti parziali dei dispositivi elettronici, come toner cartucce, stampanti, pennette USB, videocamere, fotocamere e videoproiettori

è stata integrata con

“Dall’11 marzo 2020 al 31 marzo 2020 è ammesso comunque l’acquisto di dispositivi hardware finalizzati all’aggiornamento professionale anche per organizzare una didattica a distanza come webcam e microfoni, penne touch screen, scanner e hotspot portatili.”

Chi beneficia del bonus 500 euro

L’intervento legato all’emergenza Coronavirus non modifica il DPCM 28 novembre 2016, che indica la platea dei beneficiari del bonus 500 euro.

“La Carta e’ assegnata ai docenti di ruolo a tempo indeterminato
delle Istituzioni scolastiche statali, sia a tempo pieno che a tempo
parziale, compresi i docenti che sono in periodo di formazione e
prova, i docenti dichiarati inidonei per motivi di salute di cui
all’articolo 514 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, e
successive modificazioni, i docenti in posizione di comando,
distacco, fuori ruolo o altrimenti utilizzati, i docenti nelle
scuole all’estero, delle scuole militari.”

Esclusi i docenti precari

Coinvolti anch’essi nell’emergenza, anche loro si stanno impegnando al parti dei colleghi docenti assunti a tempo indeterminato. Ma non possono accedere al sito http://cartadeldocente.istruzione.it

il loro nominativo non è associato al bonus 500 euro.

Anche in questa emergenza i docenti precari provvedono di tasca propria alla formazione e autoformazione.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia