Coronavirus, direttrice laboratorio Sacco: follia scambiare influenza per pandemia letale

Stampa

Maria Rita Gismondo, direttore responsabile di Macrobiologia Clinica, Virologia e Diagnostica Bioemergenze, il laboratorio dell’Ospedale Sacco di Milano, con un post su Facebook, spiega perché si sta scambiando un’influenza per una pandemia globale.

Nell’Ospedale Sacco di Milano vengono analizzati ogni giorno, specie da quando c’è stata l’emergenza in Italia, i campioni di possibili casi di coronavirus.

Così ieri mattina la direttrice del laboratorio Gismondo ha voluto far chiarezza sul dilagarsi del panico tra le persone: “A me sembra una follia. Si è scambiata un’infezione appena più seria di un’influenza per una pandemia letale. Non è così“.

Il nostro laboratorio ha sfornato esami tutta la notte. In continuazione arrivano campioni? Leggete! Non è pandemia! Durante la scorsa settimana la mortalità per influenza è stata di 217 decessi al giorno! Per Coronavirus 1!!!“, ha continuato Gismondo.

E ancora la direttrice rassicura: “Mio bollettino del mattino. Il nostro laboratorio ha sfornato esami tutta la notte. In continuazione arrivano campioni. A me sembra una follia. Si è scambiata un’infezione appena più seria di un’influenza per una pandemia letale. Non è così. Guardate i numeri. Questa follia farà molto male, soprattutto dal punto di vista economico. I miei angeli sono stremati. Corro a portar loro la colazione. Oggi la mia domenica sarà al Sacco. Vi prego, abbassate i toni”.

Restano intanto chiuse le scuole di diverse regioni del Nord: Friuli, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Piemonte. Qui tutti gli aggiornamenti.

 

Stampa

Concorso STEM. Minicorso di inglese e informatica, simulatori disciplinari consulenze Skype. Nuovi percorsi rapidi, mirati e intensivi