Coronavirus: didattica a distanza non è un nuovo modo, ma solo uno dei tanti modi di fare scuola. Lettera

Print Friendly and PDF
ex

inviata da Francesco Cutolo – Carissimi bambini, la scuola è qui con voi. La vostra scuola, il IV Circolo Didattico “C. Senatore” di Scafati(SA), è qui con voi.

Mister “Coronavirus” ci ha costretti ad allungare le distanze fisiche ma noi vi saremo vicini accorciando le distanze digitali. Useremo tutti gli strumenti che offre la tecnologia per starvi vicini: faremo la didattica a distanza. Nulla di nuovo.

È già da molto tempo che con varie modalità abbiamo imparato a far entrare il computer e gli altri strumenti tecnologici nel nostro lavoro quotidiano.

Fare scuola a distanza non significherà darci solo dei compiti bensì non interrompere il dialogo educativo con voi.

Come faremo? Il nostro registro elettronico, offre la possibilità attraverso la bacheca di lasciarvi materiali di studio, link, istruzioni, videolezioni, schede e tanto altro ancora.

Useremo anche gli strumenti social, tipo whatsapp e telegram, che voi amate tanto, del resto voi siete i «nativi digitali».

Significa che la tecnologia è una parte importante della vostra vita, adesso, in questa situazione, proveremo a farne un uso ancora più utile e consapevole.

Tranquilli, non è un nuovo modo di fare scuola bensì uno dei tanti modi di fare scuola.

Sarà un momento anche per sperimentare nuovi percorsi, perché no, divertenti ed entusiasmanti.

Ci abbracceremo virtualmente, non avrà certo lo stesso effetto di quando ci chiedete di farlo fisicamente per sentirvi rassicurati e sereni, questo è infatti il primo compito della scuola ma, come ha più volte ribadito la nostra dirigente prof.ssa Maria Del Gaudio “cercheremo di superare questo momento non interrompendo il dialogo con voi facendo comunità”.

Noi ci siamo e vi siamo vicini: si comincia lunedì 9 marzo 2020

Print Friendly and PDF

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia