Coronavirus, didattica a distanza: Ministero monitorerà iniziative scuole e attiverà ulteriori misure, se necessarie

di redazione

item-thumbnail

Coronavirus e didattica a distanza: l’USR Sicilia informa che sarà attivato in tempi brevi un monitoraggio curato dal Ministero dell’istruzione. 

Esso, scrive l’USR Sicilia sarà utilizzato ” per verificare l’effettivo stato di attuazione delle azioni promosse dalle istituzioni scolastiche e attivare ulteriori misure di sostegno nelle situazioni di maggiore criticità”

Le indicazioni dell’USR Sicilia

E’ necessario che in questo difficile momento le scuole si adoperino per impedire che le giornate di sospensione siano vissute come un “tempo vuoto” e che le proposte didattiche siano diffuse agli alunni e alle famiglie non come mera trasmissione di contenuti, in particolare con riguardo agli alunni con bisogni educativi speciali. Al proposito si forniscono le seguenti indicazioni.

Dallo scenario attuale appare che molte scuole, in questa fase, facciano ricorso al registro elettronico;

si suggerisce di non usare questo strumento in modo “passivo”, ma supportare i docenti all’autoproduzione di contenuti da caricare sul registro.

Alle scuole che utilizzano le classi virtuali si ricorda il rispetto delle norme di tutela della privacy e di tutela dei dati degli alunni attraverso l’autorizzazione dei genitori (applicazione del GDPR), nonchè la verifica della qualificazione AGID rispetto al servizio “cloud” scelto (circ. AGID n. 3 del 9 aprile 2019).

Per quanto riguarda la valutazione e la verifica delle presenze si fa presente che, a seconda delle piattaforme utilizzate, essa varia in base allo strumento a disposizione.

Sarebbe utile pertanto da parte delle istituzioni iniziare la rilevazione – per quanto possibile- degli studenti che abbiano difficoltà ad accedere agli strumenti digitali/connessione e cercare soluzioni specifiche per questi alunni.

Nota USR Sicilia dell’11 marzo 2020

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione