Coronavirus, De Luca all’attacco: “Azzolina? Ripete a pappagallo frasi fatte”

Stampa

Per il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ci sono “fortissimi ritardi delle decisioni del governo fatte con la logica del ‘mezzo mezzo’ che scontenta tutti e non risolve problemi”.

“Le uniche misure non solo serie ma efficaci sono misure di carattere nazionali”, ha spiegato in merito all’ipotesi di un lockdown per Napoli.

Parole pesanti per la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina: “Dice di riaprire le scuole, ripete a pappagallo frasi fatte. Ma come si fa a riaprire le scuole? I ragazzi anche più piccoli sono veicoli di contagio”.

Attacco molto pesante nei confronti del governo: “Sottovaluta la gravità dell’epidemia, perde tempo prezioso e fa accumulare migliaia di contagi, che portano al collasso il sistema ospedaliero del Paese. Non ha preparato un piano di aiuti economici alle categorie. La situazione si è enormemente aggravata per i ritardi del governo. Nessuno si permetta di adottare misure mezze mezze per il lockdown. Le sole misure efficaci sono di carattere nazionale, ci sono regioni che hanno una percentuale di contagi superiore a quella di Napoli. Ogni ora perduta sono migliaia di contagi in più”.

Il governo “non ha predisposto un piano nazionale per la sicurezza e per il rispetto delle ordinanze, mi riferisco per esempio all’obbligo di indossare le mascherine, che noi in Campania abbiamo anticipato, come tante altre cose”.

Campania, da lunedì stop anche a scuole infanzia fino al 14 novembre. ORDINANZA

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia