Coronavirus, conferma libri di testo se non si rientra scuola entro il 18 maggio

Stampa

Libri di testo,  eventuale conferma di quelli adottati nel 2019/20. Le condizioni.

Cosa prevede la nuova bozza di decreto legge  sulla conclusione dell’anno scolastico 2019/20 e l’avvio del 2020/21, pubblicata in anteprima dalla nostra redazione.

Ordinanze Ministro

L’articolo 2 della bozza di decreto prevede le misure per l’avvio del prossimo anno scolastico, per il quale il Ministro dell’Istruzione è autorizzato ad adottare una o più ordinanze, sentiti il Ministro dell’economia e delle finanze e il Ministro per la pubblica amministrazione, anche in deroga alle disposizioni vigenti.

Conferma libri di testo

Come anticipato dalla nostra redazione, prevista l’eventuale conferma dei libri adottati per il corrente anno scolastico.

Il Ministero, dunque, con eventuale ordinanza può prevedere la conferma, per l’anno scolastico 2020/2021, dei libri di testo adottati per il corrente anno scolastico, in deroga a quanto previsto dagli articoli 151, comma 1, e 188, comma 1, del D.lgs. 297/94.

L’eventuale conferma dei libri di testo è possibile soltanto se:

l’attività didattica in presenza delle istituzioni del sistema nazionale di istruzione non riprenda entro il 18 maggio 2020 ovvero per ragioni sanitarie non possano svolgersi esami in presenza.

Quindi in caso di mancato rientro a scuola entro il 18 maggio.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur