Coronavirus, Cirio: “Scelte incomprensibili sulle zone, il governo chiarisca”

Stampa

”Adesso cosa rispondo io a un ristoratore piemontese che mi domanda perché lui è costretto a chiudere mentre a Napoli, dove la situazione epidemica è analoga alla nostra, le persone possono serenamente andare a mangiare la pizza sul lungomare?”.

Lo dice, intervistato da La Stampa, Alberto Cirio, presidente della  Regione Piemonte. Alla domanda: Presidente non si aspettava che il Piemonte finisse in zona rossa? Risponde: “Non si tratta di questo. Ho sempre condiviso la necessità di un inasprimento delle misure, tant’è  che io stesso nelle scorse settimane ho adottato ordinanze restrittive per i centri commerciali, ho ridotto la capienza del trasporto  pubblico e ho introdotto la didattica a distanza per le scuole  superiori. Pretendo però che venga fatta chiarezza sul metodo adottato dal governo per decretare la suddivisione del Paese in fasce di rischio”.

”Noi – aggiunge – avevamo chiesto misure omogenee per tutto il Paese: una zona arancione molto estesa con misure eventualmente più rigide in alcune aree a maggiore criticità. Non siamo stati ascoltati e il risultato è che regioni con situazioni simili rientrano in zone di rischio diverse in base a criteri che non ci sono stati spiegati. Non solo. Oggi abbiamo aree rosse accanto ad aree gialle, come se il virus rispettasse i confini geografici”.

Sul presidente della Lombardia Attilio Fontana che ha parlato di “schiaffo alle Regioni” riferisce: ”Condivido l’irritazione per delle scelte prive di logica e basate su dati aggiornati a dieci giorni fa. Non si è tenuto conto ad esempio del fatto che il nostro Rt, pur restando alto, ha registrato un calo per effetto delle misure di contenimento già adottate. E poi ci sono cinque Regioni che non trasmettono i dati completi al ministero: questa è una prova ulteriore della fragilità del sistema di valutazione messo in piedi dal governo”.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia