Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in terapia intensiva. Locatelli: “Nessuno è davvero al riparo”

WhatsApp
Telegram

“I giovani possono infettarsi e non sono al riparo da manifestazioni gravi come dimostra la storia della bambina di 5 anni ricoverata a Padova con sindrome uremico emolitica in possibile relazione al Sars-CoV-2”. Così il presidente del Consiglio superiore di sanità e membro del Comitato tecnico scientifico, Franco Locatelli, in un’intervista al Corriere della Sera.

Le parole di Locatelli si riferiscono alla bambina di cinque anni ricoverata in terapia intensiva nell’azienda ospedaliera di Padova.  La piccola, accolta pochi giorni fa al pronto soccorso pediatrico e residente con i genitori nel capoluogo veneto, è stata intubata. Il tampone ha confermato la positività al Covid, dopo che aveva manifestava seri sintomi respiratori dovuti ad un’infezione.

La paziente non soffrirebbe di patologie pregresse, tuttavia i medici parlano di una sindrome emolitico-uremica che avrebbe colpito sangue e reni. Tutta la famiglia è stata messa in isolamento e sottoposta al tampone. La sindrome emolitico-uremica potrebbe essere stata scatenata dall’infezione da Coronavirus. Il quadro clinico della piccola è ancora in fase di studio.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiunte nuove simulazioni di prova orale da scaricare. Simulatore EDISES per la prova scritta. Solo 150 EURO