Coronavirus, balzo contagi: + 845. Azzolina, apertura scuola non è a rischio

Sono nuovamente in aumento i contagi da coronavirus in Italia. Nelle ultime 24 ore, secondo quanto riporta il ministero della Salute, sono 845 le persone risultate positive.

Mercoledì erano 642. I decessi in 24 ore sono stati 6; il bilancio totale sale a 35.418 decessi.

In crescita anche i tamponi: 77.442, circa 6mila in più. In Veneto (+159), Lombardia (+154) e Lazio (+115) i maggiori incrementi di contagiati.

Nuovo aumento dei casi, fondamentale mantenere misure di precauzione“. E’ quanto si legge nel Monitoraggio settimanale del Ministero della Salute e dell’Istituto superiore di Sanità in relazione all’andamento dei contagi da Sars-Cov2. “La maggior parte dei casi è stata contratta sul territorio nazionale, mentre risulta importato da stato estero il 28,3% dei nuovi casi diagnosticati nella settimana di monitoraggio (10 al 16 agosto 2020)“.

Azzolina conferma apertura scuola

L’apertura non è a rischio. Abbiamo il dovere morale di riaprire tutte le nostre scuole, è una priorità del Paese e una priorità assoluta del governo“. Lo ha affermato la ministra Azzolina al Tg1. “Certamente  – ha aggiunto – è un’operazione molto complessa, lavoriamo da settimane, ma siamo più pronti rispetto a quando la pandemia è scoppiata“.

Docenti neoassunti, formazione su didattica digitale integrata. Scegli il corso ideato da Eurosofia per acquisire le nuove, indispensabili competenze