Coronavirus: attività didattica sospesa oppure scuole chiuse anche settimana prossima?

comunicato Confal Federazione Scuola –  A seguito dichiarazioni apparse su quotidiani e social da parte del Presidente della Regione Lombardia, e richiamate da alcuni Dirigenti Scolastici, in merito alla eventuale proroga del Dpcm del 25 febbraio, il Governatore della Lombardia avrebbe dichiarato, in anticipo, rispetto al nuovo prossimo Dpcm che le lezioni sarebbero sospese sino al 7 marzo.

Anche a seguito di numerose richieste e chiarimenti pervenuti a questa O.S. da parte di numerosi docenti e personale ATA, riteniamo che qualsiasi dichiarazione e iniziative prese in largo anticipo rispetto alla pubblicazione del nuovo Dpcm non fa altro che creare confusione tra il personale scolastico.

In attesa di poter conoscere i contenuti del nuovo Dpcm, annunciato per oggi, sarebbe opportuno che le istituzioni scolastiche provvedessero già a programmare interventi di sanificazione degli ambienti ai soli fini preventivi ”a tutela degli operatori della scuola e in particolare del personale ATA, che secondo le affermazioni del Presidente della Regione Lombardia, gli effetti della sospensione delle lezioni, comporteranno, inevitabilmente il rientro in servizio del solo personale ATA , creando in tal modo disparità di trattamento sulla salute, tra personale ATA docenti e alunni.

Già in queste ore registriamo, positivamente che alcune provincie hanno disposto già la chiusura delle scuole, chiusura e non sospensione, per consentire e mettere in atto tutte le iniziative a salvaguardia della salute e tutela di tutto il personale e delle famiglie.

LA SEGRETERIA NAZIONALE

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia