Coronavirus, Ascani: scuole potranno realizzare anche a distanza i progetti PON

Al Ministero siamo al lavoro per definire la migliore e più sicura ripartenza delle nostre scuole. Ma il nostro sistema di istruzione non si è mai fermato in queste settimane e ha colto tutte le opportunità a disposizione per portare avanti la sua missione educativa.

“Come Ministero, infatti, siamo andati incontro alle richieste che diversi istituti ci hanno inviato per poter svolgere online le attività relative al PON Scuola. Dare loro questa possibilità è una decisione che consente di ampliare l’offerta formativa destinata agli studenti, di intervenire in aree svantaggiate e di dare sempre maggiori opportunità ai nostri giovani”. Così la Vice Ministra dell’Istruzione Anna Ascani.

“Nello specifico, potranno essere portati avanti i progetti relativi alla formazione degli adulti, all’inclusione e alla lotta al disagio, alla cittadinanza globale ed europea, alla promozione dell’imprenditorialità, per esempio. A breve, inoltre, si forniranno indicazioni alle scuole sulle piattaforme che rispettano i requisiti richiesti per la successiva rendicontazione dei progetti realizzati con questa modalità. Nella nostra scuola sono presenti risorse straordinarie, che in questo momento particolare stanno emergendo in maniera chiara. Un altro importante tassello per supportare il personale scolastico, le famiglie e gli studenti in questa fase di emergenza, nonostante la sospensione delle attività didattiche”, conclude Ascani.

La nota

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia