Coronavirus: a settembre i bambini hanno bisogno di rientrare in classe, parola di genitore. Lettera

ex

inviata da Giuseppe Graniglia – Sono un genitore di una bimba di 6 anni. Vorrei fare alcune considerazioni in merito alla tanto decantata ed elogiata didattica a distanza …:

L  attenzione  e la concentrazione dei bambini non è minimamente paragonabili a quella in classe

Il rendimento idem…

Inoltre non disponendo di connessione adsl o fibra durante le lezioni on line( brevi e appena iniziate)  spesso il segnale va via limitando ancor di più la concentrazione

Sento dire che non è sicuro il rientro a settembre… così andrà sempre peggio.. I bambini hanno bisogno di tornare in classe. .

Inoltre ministro… lei si è scusata con i precari della scuola per il mancato aggiornamento delle graduatorie…

Non ho sentito una parola per l inserimento delle nuove in 3fascia  …

Mia moglie ha speso tempo in studio.. soldi…per crediti cfu  sacrifici senza avere possibilità ora, i concorsi sono sospesi…mia moglie è laureata in scienze pedagogiche ma non ha abilitazione perché purtroppo in Italia un semplice DIPLOMA di magistrale vale di più di 50 esami… e si caro ministro…Non ho letto nulla per questo…

Mia moglie fa l educatrice … o meglio faceva… perché ora in cassa integrazione….( dove la DAD)??

Caro ministro ci ascolti….esistiamo anche noi…

Segui il nuovo ciclo formativo Eurosofia: “Educazione civica, cittadinanza attiva e cultura della sostenibilità a scuola”