Coronavirus, una poesia per i nonni

Stampa
ex

di Francesco Cutolo – I nonni.

Cari nonni a voi il prezzo più alto:
un male senza volto;
senza pietà,
costringe a starvi lontani,
a stare un metro in là.
Il fardello di una vita sulle vostre spalle;
memorie senza tempo le vostre mani stanche;
i vostri sguardi persi;
i vostri cuori forti: angeli sfidati da mostri senza volti.
Le asprezze di una vita,
gli amori infiniti;
le vostre voci calde,
gli abbracci senza tempo,
ritorneranno ancora.
Ci avete dato il mondo,
ne siete la memoria,
avete combattuto:
soldati che non voglion gloria.
Gli altari son cambiati,
si sono imbarbariti.
Divinità egoiste son scese in mezzo a noi.
È guerra di trincea, siam tutti riservisti richiamati alla battaglia;
nascosti in antri chiusi,
si prova a dare un senso,
a far risorgere la speranza.
Custodi senza pace, ancora una volta a voi il prezzo più amaro.
Senza nulla in cambio c’avete donato quello che ora siamo; per voi nessuno sconto,
nessun rispetto,
siamo stati bravi a negarvi anche la tenerezza di un ultimo gesto d’affetto.

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur