Corea Sud dopo riapertura scuole 32 casi in 24 ore. Galli, scuola incubatore perfetto

Stampa

Sono 32 i nuovi casi di coronavirus registrati in Corea del Sud nelle ultime 24 ore. Lo hanno riferito le autorità sanitarie del Paese asiatico, comunicando il primo aumento di oltre 30 contagi su base quotidiana in oltre una settimana.

Intanto in Corea del Sud oggi hanno riaperto le scuole superiori e non sono mancati i primi problemi. Agli studenti di alcuni istituti vicino Seul è stato chiesto di tornare immediatamente a casa dopo che due  ragazzi sono stati trovati positivi al Covid-19.

Agli studenti e ai docenti è richiesto di indossare la mascherina in  classe ed alcune scuole hanno installato dei plexiglass per isolare  ogni banco. Il rientro degli studenti delle scuole di grado inferiore  invece è previsto in diverse fasi che si concluderanno l’8 giugno.

Su Covid e scuole già ieri il direttore Malattie Infettive Ospedale Sacco Milano era intervenuto durante la trasmissione Agorà su Rai Tre

“Cinque ore di stazionamento in classe da parte di bambini, con un distanziamento virtuale inesistente, rappresentano un incubatore perfetto per il virus. In palestra non ci stai 5 ore e probabilmente è più facile a mantenere il distanziamento».

Stampa

L’Eco Digitale di Eurosofia, il 14 dicembre segui la Tavola rotonda:“Didattica a distanza e classe capovolta – Ambienti di apprendimento innovativi”