Coordinatore di classe: può essere anche il docente part-time, di religione cattolica, di sostegno o precario

WhatsApp
Telegram

Il coordinamento di classe è uno degli incarichi aggiuntivi per i docenti più complessi e articolati. Non è codificato né a livello legislativo né contrattuale e quindi non esiste un mansionario ufficiale: le sue attività si adattano alle esigenze organizzative dell’Istituto. Generalmente il ruolo di coordinatore di classe viene svolto da docenti con più ore nella medesima. Dalle richieste che ci giungono in redazione constatiamo esserci ancora parecchi dubbi da parte dei lettori su quali siano i requisiti per ambire a questo ruolo; figure quali gli insegnanti in regime di part-time, di religione cattolica, sostegno o con contratto a tempo determinato possano ricoprire tale funzione? Il punto.

Coordinatore di classe e Segretario – Normativa

  • La figura del coordinatore di classe non è espressamente prevista dalla Legge così come, ad esempio, il coordinatore di dipartimento disciplinare o il fiduciario di plesso. Il Dirigente scolastico affida tali incarichi in base all’art. 25/5 del D.Lgs. 165/2001 che recita:

Nello svolgimento delle proprie funzioni organizzative e amministrative il dirigente può avvalersi di docenti da lui individuati, ai quali possono essere delegati specifici compiti“.

Quindi sono incarichi che potrebbero essere svolti dal Dirigente scolastico in persona ma che per questioni evidenti di tempo, efficienza ed efficacia organizzativa, vengono assegnati ad insegnanti di sua fiducia.

  •  Il segretario, invece, è una figura istituzionale prevista dall’art. 5/5 del D.Lgs. n. 297/1994:

Le funzioni di segretario del consiglio sono attribuite dal direttore didattico o dal preside a uno dei docenti membro del consiglio stesso”.

Per chi volesse approfondire tutta la questione riguardante la nomina del coordinatore di classe accorpata a quella di segretario, quando il coordinatore è anche presidente del consiglio di classe o semplice segretario verbalizzante; il Dirigente scolastico presente o assente ai Consigli di classe, chi lo sostituisce, etc…:

Consiglio di classe, le figure di Segretario e Coordinatore. Le info utili (orizzontescuola.it)

Mansioni del coordinatore di classe [a titolo esemplificativo]

  • presiedere le riunioni del Consiglio di Classe, in assenza del Dirigente Scolastico, garantendone l’ordinato svolgimento e facilitando la partecipazione di tutte le componenti
  •  si occupa della stesura del piano didattico educativo della classe;
  • curare i contatti tra i docenti della classe e preparare i lavori del Consiglio;
  • riferire al DS sull’andamento educativo, didattico e disciplinare e su eventuali istanze o problemi posti dagli studenti con i quali intrattiene un costante dialogo;
  • segnalare con tempestività al Consiglio di classe i fatti suscettibili di provvedimenti e convocare in seduta straordinaria il Consiglio di classe per discutere di eventuali provvedimenti disciplinari;
  • controllare periodicamente il profitto e il comportamento della classe, attraverso il registro elettronico, segnalando al Dirigente Scolastico note disciplinari e casi di particolare criticità e curandone la comunicazione alle famiglie;
  • controllare, con cadenza settimanale, la regolarità della frequenza degli alunni con particolare attenzione ai ritardi nelle entrate, alle uscite anticipate e alla giustificazione delle assenze e comunicarle mensilmente alla segreteria didattica;
  • segnalare all’Ufficio di Presidenza casi di dispersione scolastica e attivare le procedure previste;
  • segnalare alle famiglie, anche in forma scritta, l’assenza continuativa degli studenti e promuovere tutte le iniziative per limitare gli abbandoni scolastici;
  • svolgere attività di collegamento tra il Consiglio di Classe e gli altri Organi Collegiali;
  • sorvegliare le attività di PTCO svolte dagli studenti, coordinandosi con la Figura Strumentale di riferimento
  • coordinare l’organizzazione didattica; per le classi quinte, secondaria secondo grado, coordinare la predisposizione del documento del 15 maggio;
  • elaborare, in sinergia con il team di docenti del CDC, il PEI e/o il PDP per gli alunni con Bisogni Educativi Speciali
  • controllare, ai fini del corretto svolgimento delle operazioni di scrutinio, con efficace tempistica, l’avvenuto caricamento dei voti proposti da parte di tutti i componenti del Consiglio di Classe;
  • prima dello scrutinio, sentiti tutti i membri del C.d.C.; inserire la proposta del voto di comportamento;
  • curare la documentazione da inviare alle famiglie dopo gli scrutini;
  • generare il link di convocazione C.d.C., mediante applicazione digitale, in caso di riunione in modalità online ed inviarlo ai componenti del Consiglio stesso

[A seconda delle esigenze organizzative dei singoli Istituti, possono essere aggiunte anche altre mansioni: ad esempio in alcune scuole l’invio delle lettere di profitto intermedio (i cd. Pagellini) sono inviati alle famiglie dalla segreteria, in altre proprio dal coordinatore. Un altro esempio: in alcune scuole l’attività di tutoraggio degli studenti degli istituti professionali viene affidato al coordinatore, in altre vengono nominati uno o più docenti ad hoc. Il mansionario del coordinamento deve essere inserito nel PTOF e seguire, quindi, la relativa procedura di adozione.]

Coordinatore di classe: tutto sui compensi, come avviene la nomina, possibile rifiuto:

Consiglio di classe: la figura del coordinatore di classe, nuovi impegni con Didattica Digitale Integrata (orizzontescuola.it)

Docenti in part-time, di religione cattolica, sostegno e precari: possono svolgere il ruolo di Coordinatore di classe?

Come già specificato, il Consiglio di classe è presieduto dal Dirigente scolastico o da un docente suo delegato, purché membro dello stesso consiglio di classe. L’unica condizione quindi per essere “nominati” coordinatori è appartenere allo stesso consiglio di classe.

Riprendiamo un attimo la normativa inerente il coordinamento della classe:

Nello svolgimento delle proprie funzioni organizzative e amministrative il dirigente può avvalersi di docenti da lui individuati, ai quali possono essere delegati specifici compiti“.

Si parla di un generico docenti, quindi nulla vieta a quelli:

  • di religione cattolica
  • in part-time
  • di sostegno
  • precari

di svolgere il ruolo di coordinatore di classe

I requisiti sono soltanto questi:

Bisogna far parte del Consiglio di classe e ricevere delega per iscritto dal Dirigente scolastico, o comunque una comunicazione in sede collegiale, o ancora attraverso una circolare di servizio nella quale risulti la designazione individuale.

Lo staff del Dirigente Scolastico: da chi è composto, quali i compiti – Orizzonte Scuola Notizie

Coordinatore di dipartimento disciplinare, può essere anche il supplente con incarico al 30 giugno – Orizzonte Scuola Notizie

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur