Coordinamento Precari Abilitati trentini contro il concorso: eliminerà 2 docenti su 3 dal percorso lavorativo

Stampa

Agata Scarafilo (Giornalista) – Non si ferma la protesta del Coordinamento Precari Abilitati Trentini che definisce il “Concorso docenti 2016” come “il mezzo per effettuare un licenziamento di massa legalizzato”.

Agata Scarafilo (Giornalista) – Non si ferma la protesta del Coordinamento Precari Abilitati Trentini che definisce il “Concorso docenti 2016” come “il mezzo per effettuare un licenziamento di massa legalizzato”.

Così, con una azione corale, atta a far sentire la voce di chi sta subendo senza possibilità di replica, il Coordinamento Precari Abilitati Trentini critica aspramente il concorso ritenendolo, così come è stato strutturato, non atto a poter valutare le effettive capacità didattiche degli insegnanti coinvolti. 

Il Coordinamento contesta il fatto che le procedure  limitato il numero di posti a disposizione eliminando 2 su 3 docenti dal percorso lavorativo già intrapreso da diversi anni (63.000 posti per 200.000 abilitati).

“Ricordiamo –afferma il Coordinamento- che gran parte della cosiddetta “Buona Scuola” (legge 107/2015) nasce dall'impellenza di gestire le procedure di infrazione alle normative europee per le quali l'Italia è stata condannata. La macchina concorsuale, inoltre, comporterà un notevole dispendio di soldi pubblici quando, invece, lo Stato potrebbe stabilizzare docenti attivi in ambito scolastico da anni e, come più volte detto, già selezionati e di comprovata competenza professionale, grazie anche ad un percorso formativo (PAS e TFA) paragonabile alle vecchie SSIS (alle quali ex post è stato attribuito valore concorsuale)”. 

In conclusione, il “Coordinamento Precari Abilitati” ritiene che l'istruzione sia uno dei campi fondamentali che misura l'effettiva civiltà di un popolo e la reale capacità di un governo di offrire in modo strutturato una risposta al bisogno di futuro che coinvolge tutta la popolazione.

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese