Coordinamento Nazionale TFA: si può essere madri e insegnanti. Ecco le nostre storie

di redazione
ipsef

item-thumbnail

comunicato CNT – Negli ultimi tempi la scuola è tornata al centro del dibattito pubblico anche grazie alla questione dei diplomati magistrale. In molti hanno sottolineato, con toni spesso accesi, la necessità di una “soluzione politica” – di fatto una vera e propria sanatoria -, ponendo l’accento sui casi di quelle maestre nonché “madri di famiglia” che, dopo la sentenza del Consiglio di Stato, si trovano a rischio licenziamento.

Peccato però che fino a questo momento nessuno abbia mosso un dito per delle categorie di docenti molto più qualificate, eppure ingiustamente trascurate da media, politica e sindacati. E’ quindi allo scopo di renderle un po’ meno invisibili e di rendere omaggio, in occasione della festa della mamma, al notevole spirito di abnegazione e di sacrificio dimostrato che abbiamo pensato di farvi conoscere le storie di quelle madri e insegnanti che hanno affrontato un percorso fortemente impegnativo come il TFA (il Tirocinio Formativo Attivo che è stato, per chi non lo sapesse, il predecessore del FIT).

Si tratta, come potrete vedere, di esperienze caratterizzate da sacrifici e compromessi a volte sofferti, ma anche da coraggio e da resilienza, che si sono concluse con un successo non solo lavorativo. Quello che vorremmo mostrarvi è come, in un Paese spesso ingeneroso nei confronti delle donne, è possibile realizzare il sogno di avere una famiglia, senza dover rinunciare al desiderio di studiare e formarsi per svolgere un mestiere che si è scelto di fare consapevolmente e non per ripiego.

Ci auguriamo che questo nostro piccolo contributo possa non solo richiamare l’attenzione di un’opinione pubblica fin qui un po’ distratta, ma anche servire come esempio per le generazioni più giovani.

Le storie delle mamme tieffine

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione