Coordinamento DMA: grave noncuranza del Governo verso i diplomati magistrali

di redazione
ipsef

item-thumbnail

DMA – Il Coordinamento DMA Piemonte, U.N.D.A (Unione nazionale docenti abilitati), i sindacati Anief, Cub, Cobas, numerose associazioni e coordinamenti regionali sono scesi in Piazza Montecitorio a Roma oggi 11 settembre.

L’oggetto della manifestazione ha avuto come obiettivo la rivendicazione di quel diritto calpestato da 20 anni a causa di una cattiva gestione della politica italiana, che vede la sua continuità nel Decreto “in”Dignità emanato dalla maggioranza dell’attuale governo.
Alla manifestazione sono intervenuti molti politici dell’opposizione (tra cui il Vice Presidente della Camera Fabio Rampelli).
Il Coordinamento DMA Piemonte segnala la gravosa noncuranza dell’attuale governo riguardo la situazione di 140000 insegnanti abilitati tra cui 10300 docenti magistrali assunti a tempo indeterminato: essi vedranno il loro ruolo decadere per ritornare docenti a tempo determinato (disoccupati dal 1 luglio) in attesa di un concorso.
I docenti manifestano il loro sdegno nei confronti di Luigi Gallo, Presidente della 7 Commissione Cultura della Camera dei deputati, per aver negato l’incontro ai docenti spettante di diritto viste le numerose presenze in piazza.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione