Convocazioni e comunicazioni al personale tramite SMS e WhatsApp, sono illegittime

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Già lo scorso anno scolastico, avevamo riferito su una pratica illegittima che sta prendendo piede nelle nostre istituzioni scolastiche, ossia le comunicazioni tra dirigenza e docenti tramite SMS o messaggi WhatsApp.

Dirigenti che convocano via SMS, e-mail o whatsapp, sindacati: diffidati, non sono ordini di servizio

I sindacati Flc Cgil, Cisl Scuola e Snals avevano elaborato un documento affermando che nel contratto di lavoro degli insegnanti “non è previsto l’istituto della reperibilità” e che le convocazioni o comunicazioni tramite i succitati mezzi non possono ritenersi valide.

La situazione sembra ripetersi anche nel corrente anno scolastico, tanto che c’è stata una nota in merito da parte della Flc Cgil di Vicenza, in cui si denuncia nuovamente il fenomeno, si ribadisce l’illegittimità della “pratica” e si invita il personale della scuola a segnalare gli eventuali casi.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione