Contro i casi di violenza espellere gli alunni sine die. Lettera

ipsef

item-thumbnail

Inviato da Mario Bocola – Contro i gravi episodi di bullismo e le aggressioni contro i docenti sarebbe necessario ripristinare l’espulsione degli alunni da tutte le scuole d’Italia e non permettere loro di entrare più in una scuola.

L’istituzione scolastica è una comunità educante e non si possono in nessuna maniera utilizzare metodi permissivi.

C’è bisogno, in casi estremi, si soluzioni radicali che devono andare nell’ottica di difendere l’onorabilità della scuola e la dignità della persona umana, sia esso alunno o insegnante.

Si è perso molto tempo su degenerazione della violenza all’interno delle aule scolastiche ed è giunto il momento di prendere decisioni drastiche che vadano nell’ottica di salvaguardare la scuola come istituzione che educa e forma i cittadini e non le persone “violente”.

Chi fa atti di violenza non può continuare a mettere piede all’interno delle aule scolastiche.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione