Contributo volontario, Sinistra Italiana: preside Torino sollecita famiglie. Intervenga il Miur

di redazione
ipsef

item-thumbnail

comunicato Sinistra Italiana  – “Abbiamo appreso dalla stampa locale torinese dell’incredibile iniziativa della dirigente scolastica del Liceo D’Azeglio del capoluogo piemontese, che arriva a mandare lettere di sollecito alle famiglie che non hanno versato alla scuola il contributo “volontario”. Un atto illegittimo ed illegale che viola platealmente tutte le circolari ministeriali da tempo emanate sulla questione “

Lo afferma Sinistra Italiana con Giovanni Paglia, capogruppo in commissione Finanze di Montecitorio.

“Deve tuttavia essere paradossalmente apprezzata – prosegue l’esponente di SI – perché rivela ancora una volta lo stato in cui è ridotta la scuola pubblica, grazie alle ultime riforme, a partire da quella voluta dal Pd: lo Stato non rispetta la Costituzione e costringe le famiglie a farsi carico di tutto, dalla piccola manutenzione ai materiali di consumo, all’igiene dei locali. In questo modo tuttavia si torna di fatto a dividere gli istituti che di fatto chiedono rette elevate da quelli che non lo fanno e si discrimina per censo.”

“Questo ovviamente non può essere tollerato – conclude Paglia – e in questo senso iniziative come quella del Liceo D’Azeglio non possono che essere censurate senza ambiguità. Sarà nostra cura segnalare il caso al Miur per gli adeguati ed immediati provvedimenti e presenteremo in Parlamento un’interrogazione parlamentare”.

Lo rende noto l’ufficio stampa di Sinistra Italiana

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione