Contributo genitori disoccupati o monoreddito: fino a 500 euro al mese per figli disabili. Come presentare domanda. Decreto in GU

WhatsApp
Telegram

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto 12 ottobre 2021 contenente i criteri per l’individuazione dei destinatari e modalità di presentazione delle domande del contributo mensile in favore del genitore disoccupato o monoreddito con figli disabili a carico

Il decreto riconosce in favore di uno dei genitori disoccupati o monoreddito facenti parte di nuclei familiari monoparentali con figli a carico aventi una disabilità riconosciuta in misura non inferiore al 60%, un contributo mensile per un importo massimo di 500 euro netti.

La misura non concorre alla formazione del reddito ed è cumulabile con il redito di cittadinanza.

Il beneficio è corrisposto dall’INPS, su domanda del genitore, con cadenza mensile, per un importo pari a 150 euro ed è riconosciuto dal mese di gennaio e per l’intera annualità.

Nel caso di ammissione al contributo qualora il genitore abbia due o più figli a carico con una disabilità riconosciuta in misura non inferiore al 60 per cento, l’importo riconosciuto sarà pari rispettivamente a 300 euro e a 500 euro mensili complessivi.

La domanda per l’ottenimento del beneficio deve essere presentata annualmente dal genitore secondo le modalità e le scadenze definite con propria circolare dall’INPS per via telematica.

Requisiti:

a) essere residente in Italia;
b) disporre di un valore dell’Indicatore della situazione economica equivalente (ISEE), di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 dicembre 2013, n. 159, in corso di validità non superiore a 3.000 euro; nel caso di nuclei familiari con minorenni, l’ISEE è calcolato ai sensi dell’art. 7 del medesimo decreto del Presidente del Consiglio dei ministri n. 159 del 2013;
c) essere disoccupato o, monoreddito e facente parte di nucleo familiare monoparentale, così come previsto dall’art. 1, comma 365, della legge 30 dicembre 2020, n. 178;
d) fare parte di un nucleo familiare, come definito ai fini ISEE, in cui siano presenti figli a carico aventi una disabilità
riconosciuta in misura non inferiore al 60 per cento, così come previsto dall’art. 1, comma 365, della legge 30 dicembre 2020, n. 178.

Decreto in GU

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur