Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Contributi volontari INPS: possono essere portati in deduzione dal coniuge?

Stampa
contributi figurativi

Si possono portare in deduzione i contributi volontari versati per il coniuge fiscalmente a carico?

Se in un nucleo familiare si versano contributi volontari chi può portali in deduzione? Scopriamo la risposta a questo interessante quesito rispondendo ad una lettrice di Orizzonte Scuola che ci scrive:

Buongiorno, sono un’insegnante della scuola primaria. Mio marito ha risolto consensualmente con la sua azienda il rapporto di lavoro. Egli paga trimestralmente i contributi previdenziali e non ha nessun’altra fonte di reddito ed è quindi a mio carico. Vi chiedo se io posso dedurre o detrarre questi importi e in quale misura (totale?). L’anno scorso ha pagato euro 33200 e quest’anno ne pagherà ancora 23000.

Chi può portare in deduzione il pagamento dei contributi volontari?

I contributi volontari, qualunque sia il motivo per il quale vengono versati (riscatto laurea, ricongiunzione, ma anche versamento volontario) sono totalmente deducibili dal reddito complessivo.

Ma secondo quanto previsto dall’articolo 10 del TUIR e confermato dalla circolare numero 50 del 2002 dell’Agenzia delle Entrate,  sono totalmente deducibili anche i contributi versati nell’interesse dei familiari fiscalmente a carico.

Se, quindi, suo marito lo scorso anno non ha avuto redditi superiori a 2840 euro ed è, quindi, stato a suo carico, quanto pagato a titolo di contribuzione volontaria può essere interamente dedotto dal suo reddito.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur