Contributi volontari famiglie necessari per corsi di musica, potenziamento lingue, attività sportive

WhatsApp
Telegram

I contributi volontari, possono essere richiesti dalla scuole solo a titolo di contribuzioni volontarie e, quindi, facoltative, al fine di migliorare l’offerta formativa. La facoltà di richiedere contributi è prevista in generale dal D.I. 44/01.

Detti contributi sembrano ormai decisivi per l’ampliamento dell’offerta formativa, in quanto il fondo di Istituto è sempre meno cospicuo, spesso ridotto all’osso e nemmeno in grado di assicurare i corsi di recupero per i nostri allievi.

In data odierna, “La Provincia” ha pubblicato un interessante articolo relativo proprio al contributo volontario delle famiglie negli istituti di Como.

Nelle varie scuole comasche i contributi volontari delle famiglie, nell’ultimo triennio, sono progressivamente diminuiti, tuttavia restano fondamentali per lo svolgimento di corsi di musica, per il potenziamento delle lingue, per le attività sportive.

Nonostante la riduzione, inoltre, in alcuni istituti (due nello specifico) il contributo delle famiglie supera il finanziamento statale. Il caso estremo è rappresentato dal Liceo ” P.Giovio”, a cui lo Stato versa 83mila euro e le famiglie 250mila euro.

Leggi l’articolo de “La Provincia”

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur