Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Contributi figurativi maternità facoltativa: come fare a farseli riconoscere?

Stampa

Come funziona l’accredito della contribuzione figurativa per maternità facoltativa?

Il congedo di maternità facoltativo, chiamato anche congedo parentale, che i genitori possono fruire dopo il congedo obbligatorio di maternità danno luogo, per tutto il periodo di fruizione, a contribuzione figurativa. Rispondiamo ad una nostra lettrice che ci scrive:

Buongiorno, vi seguo spesso su internet e volevo porvi una domanda, ho fatto fare il mio estratto conto contributivo certificativo dall’inps e mi hanno detto che ho un buco contributivo di 5 mesi nell’anno 1994. Io ho iniziato a lavorare nel 1982 senza mai cambiare azienda. Nel 1993 il 6 giugno esattamente ho avuto una bimba e ho sfruttato sia la maternità obbligatoria che quella facoltativa, rientrando a lavoro il 7 agosto del 1994. vedo che e’ stata riconosciuto solo un mese di facoltativa gli altri 5 non risultano cosa molto strana anche perche’ io ho percepito lo stipendio regolarmente al 30%. non c’è stato alcun cambiamento di azienda nessuna cessazione di rapporto di lavoro. Volevo chiedere io ho già fatto una segnalazione contributiva ma aspetto risposta anche perchè queste cose sono lunghe, ma secondo voi io recupererò questi 5 mesi in un modo o nell’altro? Mi spettano essere riconosciuti in ogni caso? sia che trovino l’errore che non? Vi ringrazierei se riuscite a darmi risposta. io non ho più le buste paghe di allora. Ma se risultano gli altri contributi come non possono esserci questi 5 mesi? Grazie mille per adesso.

Contributi maternità facoltativa

Mentre per i dipendenti pubblici l’accredito dei contributi figurativi della maternità facoltativa avviene senza il bisogno di presentazione di domanda alcuna, per i dipendenti del settore privato l’accredito avviene solo con presentazione di apposita domanda dell’interessato.

La domanda, per il lavoratore dipendente del settore privato, va presentata alla sede contributiva di appartenenza allegando la dichiarazione del datore di lavoro che attesti il periodo di astensione facoltativa. In mancanza della dichiarazione del datore di lavoro (che a distanza di anni potrebbe essere difficile reperire) è sufficiente presentare un atto notorio o una dichiarazione sostitutiva di notorietà.

Di fatto, quindi, se non ha mai presentato la relativa domanda, quindi, i contributi dei 5 mesi dell’astensione facoltativa non le sono stati accreditati. Può presentare la domanda e vedersi, quindi, riconoscere questi 5 mesi di contribuzione mancante.

Contributi figurativi maternità facoltativa dipendenti pubblici

Ribadisco, infine, che per i lavoratori del settore pubblico non è necessaria la presentazione della domanda per il riconoscimento dei contributi per maternità facoltativa visto che gli stessi vengono riconosciuti d’ufficio e riguardano soltanto, visto che il congedo in questione prevede una retribuzione ridotta al 30% dopo il primo mese, i periodi coperti da una retribuzione ridotta.

 

 

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione