Contratto Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie 2012/13, la Funzione Pubblica non approva

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

Lalla – Il 10 agosto la Funzione Pubblica ha emesso il proprio parere sull’Ipotesi di contratto per le utilizzazioni e assegnazioni provvisorie 2012/13, affermando di non poter dare corso al contratto, a causa dei rilievi riscontrati dal Ministero dell’Economia e finanze. Cosa potrebbe accadere adesso?

Lalla – Il 10 agosto la Funzione Pubblica ha emesso il proprio parere sull’Ipotesi di contratto per le utilizzazioni e assegnazioni provvisorie 2012/13, affermando di non poter dare corso al contratto, a causa dei rilievi riscontrati dal Ministero dell’Economia e finanze. Cosa potrebbe accadere adesso?

In particolare, il MEF ritiene poco chiari i passaggi nel contratto relativi ai docenti inidonei e personale in esubero e chiarimeni sugli oneri finanziari derivanti dall’tilizzo dei DSGA stabilito nell’ipotesi di contratto.

Si tratta di rilievi che la Funzione Pubbica aveva già formulato nei pareri del 18 febbraio 2011 e 15 luglio 2011 che evidentemente sono stati ignorati dal Ministero dell’Istruzione.

Non più di una settimana fa il Ministero, nell’incontro con le Organizzazioni sindacali, aveva fatto notare che non essendo pervenuto il parere della Funzione Pubblica, gli USR erano autorizzati a procedere comunque

Contratto utilizzazioni e assegnazioni provvisorie 2012/13 ancora non validato dalla Funzione Pubblica. Si prosegue con la bozza

E infatti alcuni Uffici Scolastici Territoriali hanno già pubblicato le relative graduatorie.

Adesso si dovrebbe attendere l’esito di questi aggiustamenti richiesti (tra l’altro non di poco conto), ma poichè siamo nella settimana di ferragosto ci sembra difficile che il Ministero convochi immediatamente le organizzazioni sindacali per rivedere il testo. A questo punto ci si chiede quindi che valore possano assumere le decisioni già assunte. Ne riparleremo nei prossimi giorni.

Risposta funzione pubblica all’ipotesi di contratto

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito