Contratto utilizzazioni e assegnazioni provvisorie 2012, si cerca di inventare una soluzione

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

Lalla – Ieri incontro al Ministero tra Amministrazione Organizzazioni sindacali per rivedere il contratto su Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie 2012, alla luce della mancata approvazione da parte della Funzione Pubblica a causa dei rilievi per gli articoli relativi ai docenti in esubero. Nel corso della riunione è emersa una soluzione "frettolosa", che dovrebbe portare però alla sottoscrizione del Contratto già nella giornata di oggi

Lalla – Ieri incontro al Ministero tra Amministrazione Organizzazioni sindacali per rivedere il contratto su Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie 2012, alla luce della mancata approvazione da parte della Funzione Pubblica a causa dei rilievi per gli articoli relativi ai docenti in esubero. Nel corso della riunione è emersa una soluzione "frettolosa", che dovrebbe portare però alla sottoscrizione del Contratto già nella giornata di oggi

Questo consentirebbe all’Amministrazione di inviare il nuovo testo del Contratto e di diramare agli USR un nota, affinchè possano operare sul nuovo testo in bozza.

Mettiamo in evidenza come l’Amministrazione cerchi di correre ai riprari introducendo nel testo del Contratto un "generico richiamato alla spending review", alrimenti potrebbe verificarsi quanto da noi ipotizzato, e cioè la mancata possibilità di applicare le norme per l’a.s. 2012/13

Come si ricolloca il docente in esubero. Perchè la spending review per quest’anno potrebbe non valere

Questa l’unica soluzione possibile a parere dell’Amministrazione. Il problema si presenterebbe solo qualora, ad anno scolastico iniziato, la Funzione Pubblica dovesse non approvare il nuovo testo concordato. I resoconti sindacali.

CISL – Sul CCNI relativo alle utilizzazioni l’amministrazione (nella persona del dott. Pinneri, Uff. Bilancio) ha proposto alcune integrazioni al testo per andare incontro alle richieste del MEF sull’applicazione del decreto-legge 95/12 nei confronti dei docenti in esubero.

Abbiamo sostenuto che già il testo del CCNI regolamenta adeguatamente la gestione del personale in soprannumero e abbiamo concordato solo lievi precisazioni oltre ad un generico richiamo alla “spending review” nella premessa all’art. 2.

La riunione è stata aggiornata a domani pomeriggio quando sarà presente anche il dott. Chiappetta (Dir. Personale).

Per quanto riguarda i rilievi al testo del CCNI mossi dalla Funzione Pubblica sugli artt. 4 e 15 (assegnazione del personale ai plessi) l’ipotesi in campo è quella di eliminarli dal testo pur mantenendo nella premessa al Contratto il richiamo all’art. 6 del CCNL e all’Intesa del 3.5.2012 che ribadisce le prerogative delle RSU nei luoghi di lavoro.
Con una nota congiunta OO.SS.-MIUR, inoltre, si dovrà riaffermare il primato della suddetta Intesa in tema di contrattazione integrativa.

Su questi aspetti l’incontro di domani dovrà essere decisivo: in presenza della firma, se ce ne saranno le condizioni, è intenzione dell’Amministrazione inviare immediatamente il nuovo testo alla Funzione Pubblica, diramandolo contestualmente alle Direzioni Regionali affinché operino, per quanto di loro competenza, sulla base del nuovo testo.

Gilda degli Insegnanti – Si è concluso oggi l’incontro sulle utilizzazioni e sulle assunzioni in ruolo. Il CCNI sulla mobilità annuale rimane ancora bloccato, nonostante la preintesa sia stata sottoscritta quasi quattro mesi fa. E’ risultata palese la difficoltà del Miur di assumersi in pieno la responsabilità di quanto concordato a suo tempo. Resta di fatto compromessa la normale apertura dell’anno scolastico, anche con danni per gli aventi diritto alle nomine annuali, ormai destinate a slittare oltre l’inizio dell’anno scolastico stesso.

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario infanzia e primaria incontri Zoom di supporto al superamento della prova scritta. Affidati ad Eurosofia