Contratto scuola, nessuna richiesta per ricevere gli arretrati: sarà tutto automatico [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

Una delle domande più ricorrenti che giungono alla nostra redazione riguarda l’accredito degli arretrati. Occorre fare una richiesta specifica o avverrà tutto in automatico.

Durante il Question Time di martedì 15 novembre è intervenuto in diretta Stefano Cavallini, rappresentante di Anief e ha fatto chiarezza in tal proposito.

Come ricorda il sindacalista di Anief, tutto avverrà in modo automatico, senza bisogno di presentare alcuna domanda o rivolgersi a strutture intermedie. Il personale scolastico si vedrà corrisposto gli aumenti e gli arretrati, relativi al contratto 2019-21, a partire dal mese di dicembre tramite emissione speciale della Ragioneria dello Stato: “Stiamo firmando adesso, proprio per permettere all’amministrazione di effettuare tutte le operazioni necessarie per dare le somme spettanti già nel prossimo mese”.

Ricordiamo che, in base al grado scolastico e all’anzianità di servizio, cambierà l’importo spettante. Chi ad esempio ha una fascia di anzianità fino a 8 anni riceverà di meno rispetto a chi ha circa 20 anni di servizio. Differenza sostanziale anche per il grado scolastico.

Le fasce di anzianità sono sei: 0-8, 9-14, 15-20, 21-27, 28-34 e da 35, mentre i gradi scolastici sono quattro: infanzia e primaria, secondaria di primo grado, secondaria di secondo grado (personale diplomato), secondaria di secondo grado (personale laureato).

45:14 Bisogna fare una richiesta per ricevere gli arretrati o sarà tutto automatico?

Lo speciale di Orizzonte Scuola con tutte le info utili e le cifre al netto 

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur