Contratto scuola 2021-24, Zangrillo: “Alla fine dell’anno potrebbe arrivare un anticipo in busta paga, ragioniamo sulle risorse”

WhatsApp
Telegram

Il Ministro della Pubblica Amministrazione, Paolo Zangrillo, ha fornito rassicurazioni riguardo i rinnovi contrattuali nel settore pubblico, in vista della presentazione della legge di Bilancio.

Pur senza entrare nei dettagli cifrati, ancora in fase di definizione, ha confermato in un’intervista a “La Repubblica” che nel 2024 si riapriranno le trattative, enfatizzando l’importanza della continuità per i dipendenti pubblici.

Zangrillo ha ricordato la situazione critica con cui si era confrontato all’insediamento, con 2,4 milioni di dipendenti con contratti scaduti. L’ultimo rinnovo contrattuale per i dirigenti degli enti locali segna la fine di questa tornata, mettendo l’accento sulla necessità di garantire continuità nei rinnovi. Inoltre, è stata annunciata la possibilità di un anticipo salariale a dicembre, un segno tangibile di attenzione verso i dipendenti pubblici.

Il dialogo aperto con i sindacati, iniziato a marzo, non è mai venuto meno e continuerà a essere centrale nella definizione delle future dinamiche contrattuali. Zangrillo ha espresso il desiderio di affrontare temi cruciali come la riforma delle procedure concorsuali, la formazione e il merito, mirando a migliorare l’efficienza e l’efficacia della programmazione.

Il Ministro ha sottolineato l’attenzione particolare verso i settori più critici, come quello della sanità, evidenziando gli aumenti significativi previsti per i dirigenti sanitari nell’ultimo rinnovo. Zangrillo, infine, ha aggiornato sulle assunzioni nel settore pubblico: 123 mila a fine agosto, con una previsione di almeno 170 mila ingressi per il 2024, in linea con gli annunci precedenti.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri