Contratto mobilità, c’è l’accordo. Possibile firma in giornata: domande tutte online, percentuali resteranno immutate

WhatsApp
Telegram

Ieri i Sindacati hanno ricevuto la bozza dell’ordinanza e oggi saranno ancora al Ministero. Se ci sarà la quadratura del cerchio la firma potrebbe arrivare nelle prossime ore.

Contratto mobilità 2018/19, firmato: percentuali confermate, resta scelta su scuola. Tutti i particolari

I contenuti del contratto sulla mobilità con molta probabilità saranno quelli dello scorso anno con la possibilità di scegliere 5 scuole per i docenti o di andare negli albi territoriali dai quali i dirigenti faranno la chiamata diretta.

PERCENTUALI

Nessuna modifica prevista alle percentuali. Secondo precisazioni giunte in redazione, sarebbe impossibile dato che il contratto rimarrà quello dello scorso anno e nell’ordinanza  non potranno essere inserite delle modifiche.

Ricordiamo che l’accordo sottoscritto lo scorso anno tra Miur e sindacati prevedeva:

  • 30% ai trasferimenti interprovinciali
  • 10% ai passaggi di ruolo e cattedra

Nuove regole potranno invece essere inserite nel nuovo CCNL generale, pur nel rispetto della legge 107/2015.

DOMANDE ONLINE

Le precisazioni giunte in redazione ci hanno precisato che quest’anno le domande saranno presentate tutto online, anche quelle degli educatori.

TEMPISTICA

Se il contratto sarà firmato in queste ore, l’ordinanza potrà essere registrata in tempi brevi.

Difficile, secondo le nostre fonti, che le domande possano avviate a stretto giro di boa. L’ipotesi di domande a partire da Febbraio, sebbene auspicabile, potrebbe non essere realistica. Tra Marzo ed Aprile, il periodo più probabile.

Staremo a vedere l’ordinanza definitiva.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiornato con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO