Contratto mobilità, ancora da firmare. Chiamata diretta, l’accordo non arriva. Prossimo incontro 16 marzo

WhatsApp
Telegram

Si conclude ancora con un nulla di fatto il tentativo di arrivare ad un accordo tra sindacati e Ministero relativamente alle regole per effettuare la chiamata diretta dei docenti.

Nessun accordo sulla chiamata diretta tra amministrazione e parti sociali. Resta ancora in fase di trattativa il ruolo del collegio dei docenti per la scelta dei criteri. Il prossimo incontro previsto domani 16 marzo.

Per quanto riguarda la mobilità, il contratto deve ancora essere firmato. Manca ancora la certificazione da parte della Funzione PUbblica e del MEF, senza la quale non è possibile procedere. Il problema, però, non è solo burocratico. Infatti, i sindacati hanno già anticipato di non voler firmare il contratto mobilità se non si giungerà ad un accordo sulla chiamata diretta.

Le operazioni di Mobilità vengono, quindi, ancora rimandate. Il Ministro ha, però, promesso che i docenti saranno in cattedra entro ferragosto, per garantire alle scuole e agli studenti una partenza senza intoppi.

Domani potrebbe essere una giornata definitiva, vedremo se sindacati e Ministero riusciranno a raggiungere un accordo definitivo.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VII ciclo, ecco il bando. Corso di preparazione: proroga prezzo scontato 120 euro al 31 maggio