Contratto mobilità 2014, iter lento. Presentazione delle domande solo dopo approvazione Funzione Pubblica. Probabile riapertura contrattazione per area unica sostegno

di Lalla
ipsef

red – L’ipotesi di contratto per le operazioni di Mobilità per l’a.s. 2014/15, sottoscritta il 17 dicembre 2013, sta per essere inviata alla Funzione Pubblica. Solo dopo il prescritto parere, entro 30 giorni, sarà possibile procedere alla pubblicazione dell’ordinanza per la presentazione delle domande. Ma il contratto potrebbe essere riaperto per l’area unica del sostegno. 

red – L’ipotesi di contratto per le operazioni di Mobilità per l’a.s. 2014/15, sottoscritta il 17 dicembre 2013, sta per essere inviata alla Funzione Pubblica. Solo dopo il prescritto parere, entro 30 giorni, sarà possibile procedere alla pubblicazione dell’ordinanza per la presentazione delle domande. Ma il contratto potrebbe essere riaperto per l’area unica del sostegno. 

L’iter per definire il Contratto definitivo di Mobilità è sempre lento e farraginoso dal punto di vista amministrativo. Al momento la certificazione sulle relazioni illustrativa e tecnico finanziaria è stata consegnata alla Direzione Generale per la politica finanziaria e per il bilancio.

L’ipotesi di contratto sarà spedita adesso alla Ragioneria Territoriale di Stato e al Dipartimento di Funzione Pubblica che rilascerà il prescritto parere entro 30 giorni dalla ricezione del testo.

Solo dopo questi passaggi il Ministero potrà pubblicare l’Ordinanza con cui dare avvio alla presentazione delle domande. Intanto sarà il mese di marzo… e come ogni anno gli esiti delle operazioni potranno essere resi noti nel periodo estivo.

Va detto anche che il contratto potrebbe essere riaperto per la questione dell’area unica di sostegno nella scuola secondaria di II grado, alla luce della circolare che accompagnerà il Decreto sull’organico di diritto per l’a.s. 2014/15, con cui si darà attuazione alla Legge n. 22/2013 n. 15. Mobilità ancora nessuna decisione su area unica sostegno superiore. Per la Gilda si danneggiano i precari. 

Ipotesi di contratto  il testo 

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione