Contratto Istruzione e Ricerca firmato. Fedeli: soddisfatta, è un investimento sul futuro

di redazione
ipsef

item-thumbnail

A pochi minuti dalla firma del rinnovo del contratto per il comparto Istruzione e Ricerca il commento del Ministro Valeria Fedeli.

“Firmato il rinnovo del contratto per Scuola, Università, AFAM, Ricerca. Coinvolti 1,2 milioni di dipendenti. Valeria Fedeli: “Siamo soddisfatti per l’intesa raggiunta. Valorizzare chi lavora nei settori della conoscenza è un investimento sul futuro“. Fra poco ulteriori dettagli nella sezione notizie del nostro sito”

COSA PREVEDE IL NUOVO CONTRATTO

Aumenti stipendiali

Andranno da un minimo di 81 euro ad un massimo di 111.

Alle cifre di aumento si è arrivati anche aggiungendo nel totale dei fondi stanziati anche il bonus premiale di 200 milioni di euro per il merito che, come anticipato dalla nostra redazione, è stato diviso in parti. Una parte (100 milioni) andrà direttamente negli stipendi , l’altra parte andrà a contrattazione e servirà per valutare i docenti e premiarli.

Scarica la tabella per capire quanto sarà l’aumento del tuo stipendio

PARTE NORMATIVA

Il contratto per la mobilità diventa triennale, ma si potrà presentare domanda ogni anno.

Stralciata dal contratto la parte che dava libertà ai dirigenti di assegnare incarichi ai docenti, senza che questi ultimi potessero rifiutarli.

Viene ribadito nel contratto che le ore di potenziamento comprendono le attività didattiche

Nessun intervento di modifica per i permessi del personale della scuola .

Rinnovo contratto e stipendio, firmato accordo: aumenti fino a 111 euro, nessun aumento orario lavoro, no formazione obbligatoria, tutto su mobilità e permessi

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione