Contratto, grande conquista per i precari: da subito tre giorni retribuiti l’anno per motivi personali e familiari. Decisivo l’intervento dell’Anief

WhatsApp
Telegram

Il rinnovo contrattuale 2019/21 sottoscritto in via definitiva tre giorni fa all’Aran porterà immediati benefici al personale della scuola, che potrà beneficiarne già dall’anno scolastico in corso.

Ad iniziare dai docenti e Ata precari, per i quali arrivano tre giorni di permesso retribuito al 100%, per motivi personali o familiari, per ogni annualità. “Il risultato è molto utile agli insegnanti e al personale Ata, perchè per la prima volta almeno 200 mila lavoratori l’anno, fino ad oggi relegati in condizione effettiva di svantaggiato, possono assentarsi per motivazioni proprie e familiari senza perdere un euro dallo stipendio”.

“Non può essere un caso che questo diritti venga finalmente soddisfatto proprio in occasione della prima contrattazione nazionale alla quale ha partecipato l’Anief che difende dalla sua nascita in modo assoluto il personale precario. Secondo noi, quando si parla di parità di diritti del personale – sottolinea il sindacalista autonomo – sono questi i punti su cui battere: noi lo abbiamo fatto e ne andiamo fieri”, conclude Pacifico.

WhatsApp
Telegram

Concorso Insegnanti di Religione Cattolica. Scegli il corso specifico di Eurosofia con esempi di unità didattiche. Guarda la demo