Contratto DS, sindacati all’Aran: diritto valutazione stress correlato, no rotazione incarichi. Le richieste

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nella giornata di ieri, i sindacati sono stati all’ARAN per proseguire la trattativa relativa al CCNL della dirigenza del settore Istruzione e Ricerca. 

Le organizzazioni sindacali, relativamente ai dirigenti scolastici, come riferisce la FLC CGIL, hanno avanzato le seguenti richieste:

  • Inserimento della possibilità di reintegrare, a domanda, il dirigente scolastico nel ruolo di provenienza anche successivamente al superamento dell’anno di prova.
  • Eliminazione dell’assenso da parte del direttore generale dell’USR  in caso di mobilità interregionale a cui va garantita la percentuale certa del 30% dei posti vacanti e disponibili annualmente.
  • Eliminazione della rotazione degli incarichi, in considerazione dell’assenza di alto rischio corruttivo nelle istituzioni scolastiche.
  • Conferma della piena legittimità della delega attribuita dal dirigente scolastico al docente collaboratore,  anche per tutti gli atti di natura esterna, in caso di assenza o impedimento  che non preveda la nomina di un reggente.
  • Piena esigibilità del diritto del dirigente scolastico alla valutazione dello stress lavoro correlato e dell’obbligo di adozione da parte degli USR delle conseguenti  misure di tutela della salute previste dal D.Lvo 81/2008.

Quanto alla valutazione dei dirigenti, le sigle sindacali hanno chiesto che venga mantenuto l’art. 20 del CCNL Area V e che i criteri generali di valutazione  siano inseriti tra le materie oggetto di confronto a livello nazionale.

L’ARAN ha preso atto delle richieste avanzate e si è riservata di valutarle.

Versione stampabile
anief
soloformazione