Contratto dirigenti scolastici, negoziato prima della pausa estiva. Facciamo il punto

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Dopo l’incontro Miur-sindacati svoltosi nel mese di maggio u.s., non si è saputo più nulla del rinnovo del contratto dei dirigenti scolastici.

Richiesta all’Aran

Nella giornata di ieri, nel corso della trattativa relativa al codice disciplinare dei docenti, i sindacati hanno chiesto all’Aran di avviare con la massima urgenza la trattativa per il rinnovo del CCNL dei dirigenti scolatici, non essendo giustificati, né tollerabili ulteriori ritardi.

L’Aran ha risposto che la convocazione avverrà prima della pausa estiva.

Da dove si riprende

Nell’incontro del mese di maggio, l’Aran aveva tracciato il metodo di lavoro da seguire e le tematiche da trattare:

  • modello delle relazioni sindacali;
  • diritti dei lavoratori legati ai cambiamenti sociali già riconosciuti nel CCNL di comparto (ad es. malattia, assistenza, unioni civili);
  • apparato disciplinare e sanzionatorio;
  • struttura retributiva e allineamento della retribuzione dei dirigenti scolastici a quella degli altri dirigenti dell’area.

Aumenti stipendiali

Le risorse stanziate in legge di Bilancio per l’aumento stipendiale dei dirigenti sono: 7 milioni di euro per il 2018, 41 mln di euro per il 2019 e 96 a regime dal il 2020.

L’aumento stipendiale, che riguarderà circa 8mila dirigenti scolastici,  sarà a pioggia, dato che ad essere interessata è la retribuzione di posizione parte fissa.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione