Contratto assegnazioni provvisorie e utilizzazioni 2013 14 ancora non sottoscritto. Miur e Funzione Pubblica non “comunicano”

di Lalla
ipsef

red – Il coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, Rino Di Meglio, afferma "Rimaniamo esterrefatti di fronte allo scaricabarile in corso tra i ministeri dell´Istruzione e della Funzione pubblica relativo all´ipotesi di accordo sulle assegnazioni e utilizzazioni provvisorie per l´anno scolastico 2013-2014", facendo riferimento ad una diatriba tra Ministero dell’Istruzione e Funzione Pubblica emersa dalle pagine di Italia Oggi.

red – Il coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, Rino Di Meglio, afferma "Rimaniamo esterrefatti di fronte allo scaricabarile in corso tra i ministeri dell´Istruzione e della Funzione pubblica relativo all´ipotesi di accordo sulle assegnazioni e utilizzazioni provvisorie per l´anno scolastico 2013-2014", facendo riferimento ad una diatriba tra Ministero dell’Istruzione e Funzione Pubblica emersa dalle pagine di Italia Oggi.

Il Ministero, nel pubblicare la nota relativa alla presentazione delle domande di utilizzazione e assegnazione provvisoria ha avvertito "In attesa della definizione inerente la procedura relativa ai provvedimenti concernenti le utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie, al fine di consentire il corretto e regolare avvio dell’anno scolastico 2013/14 si indicano, di seguito, le date di scadenza entro le quali il personale interessato dovrà presentare la domanda di utilizzazione e di assegnazione provvisoria"

Pertanto, le domande vengono prodotte pur mancando il contratto (e si ricordi che lo scorso anno, per la stessa situazione, si arrivò a fine agosto con numerose problematiche connesse).

E Italia Oggi lo mette in evidenza in un articolo dal titolo "Utilizzazioni sì, ma al buio – Manca il parere della Funzione Pubblica sull’accordo"

Fin qui quello che sapevamo, in quanto comunicato dal Ministero. Ma la notizia sorprendente è la risposta inviata al giornale da Antonio Naddeo, Capo di Dipartimento della Funzione Pubblica, in cui si legge "Al riguardo si evidenzia che l’ipotesi di accordo in questione riferita all’a.s. 2013/14 non risulta essere pervenuta al dipartimento per la funzione pubblica per la prescritta certificazione. E’ evidente pertanto che eventuali ritardi dell’iter di certificazione non sono imputabili a questo dipartimento"

Come? Apprendiamo solo adesso che l’ipotesi di contratto, stipulata il 15 maggio (e si era fatto di tutto per chiudere presto, in modo da avere il tempo per fare tutto con ordine) in realtà non è mai stata trasmessa dal Ministero dell’Istruzione a quello della Funzione Pubblica?

In ogni caso il problema adesso è il modo in cui chiudere la questione, evitare di giungere a fine agosto come lo scorso, con rilievi da parte della Funzione Pubblica, che hanno portato ad una soluzione sbrigativa, e – fa sapere il Capo di Dipartimento della Funzione Pubblica – "l’ipotesi di accordo sulle assegnazioni e utilizzazioni per l’a.s. 2012/13, cioè l’accordo relativo allo scorso anno, non è mai stato certificato da questo dipartimento e dal ministero dell’economia e delle finanze. La procedura, sospesa lo scorso anno per alcuni rilievi contestati (peraltro esclusivamente di carattere economico finanziario) è stata da poco riavviata a seguito delle risposte del Ministero dell’istruzione giunte pochi giorni fa"

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie 2013 /14, riepilogo normativa e guide di OS.it

Versione stampabile
anief
soloformazione