Contrattazione parte economica e questioni ATA e Direttori Amministrativi ancora da definire. Lettera

WhatsApp
Telegram

Inviata da Fabio Amici – Dopo aver preso atto dell’improvvisa accelerazione delle trattative che hanno portato a chiudere in solo due giorni prima un accordo politico e poi l’accordo economico con le risorse già previste con le precedenti variazioni di bilancio, la discussione tra Aran e OOSS riprende il 15 novembre per discutere del nuovo ordinamento professionale degli ATA e l’inquadramento del Direttore Amministrativo.

Invero

Infatti i nodi non sono ancora sciolti. Dov’è la valorizzazione dei DSGA e dove la piena applicazione del dl 80/2021 in merito alla valorizzazione del personale ATA?

Dobbiamo proseguire la nostra battaglia all’interno dei sindacati, tutti nessuno escluso, per l’istituzione della quarta area delle EP al quale devono automaticamente essere inquadrati in prima applicazione tutti l DSGA in servizio a tempo indeterminato, così come è avvenuto già per gli EE.LL., andando ad aumentare (dopo quasi 20 anni dalla sequenza contrattuale del 2008, sarebbe auspicabile un raddoppio del suo importo) l’ indennità di direzione parte variabile. Dovranno essere chiaramente definiti i compiti del direttore e non dovrà esserci più commistione o sovrapposizione di compito tra DS e DSGA.

Dovrà essere istituto il coordinatore amministrativo, che sono quasi 20 anni che manca nelle scuole, sostituito dal DSGA. Solo così si potrà completare e dare piena attuazione all’autonomia amministrativa delle istituzioni scolastiche. Si dovranno definire procedura chiare per la valorizzazione delle categorie a e b, che ora restano ancorate a norme e funzioni del secolo scorso.

Tutti ci siamo mobilitati per raggiungere l’obiettivo che ci siamo prefissati in questi ultimi mesi. Tutti insieme gli ATA, lotteremo. Avremo bisogno di risorse economiche che fino ad ora, non sono state trovate, anzi, ci sono state negate a vantaggio di altra figure (i precedenti 330 milioni andranno molto probabilmente alla sola valorizzazione dei soli docenti, e per noi si parla di solo 39 milioni di ulteriori 100 milioni, il resto sempre per i docenti (Sic) solo con manovra di bilancio del nuovo governo!). Non bastano.

Il governo si impegni a reperire le risorse per noi ATA e noi DSGA (che bello sarebbe diventare solo Direttori Amministrativi?). Il merito lo abbiamo già dimostrato fino ad ora, permettendo all’Italia di raggiungere gli obiettivi di pieno utilizzo dei fondi PON . Ora ci spetta il giusto riconoscimento per la nostra professionalità.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur