Conte: sulla scuola l’attenzione del Governo è massima

Il Governo ha stanziato un miliardo in più per la scuola. Non si vuole rischiare riapertura senza garantire massima sicurezza. 

“Il dialogo deve essere franco  – ha detto il Premier Giuseppe Conte al Consiglio federale della UIL –  aperto, non ci dobbiamo prendere in giro. Significa raccogliere il vostro contributo ma significa anche distinzione di ruoli, significa mantenere anche la propria posizione. Avete fatto anche degli scioperi che noi abbiamo sempre accettato. L’ultimo lo avete fatto sulla scuola, dove ci avete fatto molto penare. E il governo risponde, decidendo di stanziare un ulteriore miliardo per non rischiare una riapertura senza garantire la massima sicurezza”.

Qualche giorno fa, in un question time alla Camera dei Deputati il Premier aveva anche risposto ad un’interrogazione presentata dal capogruppo del Partito Democratico, Graziano Delrio, in merito alla riapertura della scuola.

“Come già anticipato, a settembre tutti gli studenti torneranno a scuola finalmente in presenza. La scuola ha  dimostrato eccezionali risorse umane nel corso dell’emergenza”, al  personale “va un sentito ringraziamento” per le “grandi capacità di resilienza”.

Conte, poi, ha ricordato che per la scuola è stato predisposto “un ulteriore miliardo, risorse aggiuntive per evitare classi affollate: dovremo  arrivare, si stima, a un incremento dell’organico di 50 mila unità tra docenti e personale Ata”, che verrà distribuito “sulla base delle  esigenze definite dal territorio”.

Sulla “configurazione degli spazi”  per il rientro a scuola, “il ministro ha già avviato un confronto col  commissario per il Covid”, Domenico Arcuri, “per velocizzare” la loro  predisposizione.

TFA Sostegno V ciclo. Affidati ad Eurosofia, materiali didattici sintetici, simulatori delle prove ed un metodo incisivo. Allenati per vincere