Conte: lavoriamo per far tornare studenti a scuola in sicurezza

Stampa

“Stiamo lavorando per consentire a tutti gli studenti e le studentesse di tornare a scuola a settembre in presenza nella massima sicurezza”.

Lo ha detto il premier Giuseppe Conte al Tg1.

Oggi vengono presentate le linee guida per la ripartenza della scuola a settembre, ma è scontro tra Regioni e ministero, con il rischio che l’iter possa arenarsi. “Quelle linee guida che erano state presentate per noi non erano ricevibili. Abbiamo fatto delle controproposte che mi auguro il Ministero possa recepire e ho trovato grande disponibilità del ministro Azzolina. Mi auguro che si possa trovare un accordo, altrimenti noi non potremmo dare l’intesa, ovviamente”, è quanto affermato da Stefano Bonaccini, presidente dell’Emilia-Romagna e della Conferenza delle Regioni.

“La scuola è un pilastro del nostro sistema sociale, sono i nostri bambini, il nostro futuro. È normale che ci sia molta attenzione, molta preoccupazione”, ha detto Conte ad Alanews . “La ministra ha incontrato i sindacati e gli enti locali. Stiamo lavorando tutti i giorni per consentire di ritornare in sicurezza a scuola a settembre”, continua il presidente del consiglio. “Dateci ancora un po’ di tempo. Sull’edilizia scolastica ci sono soldi mai usati dovremo fare un miracolo. Una nostra norma ha conferito a sindaci e presidenti di province il ruolo di commissari straordinari per poter procedere a tutto con due tranche di 300 mln più 300. Stiamo facendo di tutto”, conclude.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur