Conte aggredito, la solidarietà del ministro Valditara: “Mettiamo al bando odio e violenza”

WhatsApp
Telegram

Il leader dei Cinque Stelle Giuseppe Conte è stato aggredito da un uomo a Massa. Conte è stato colpito al volto. All’arrivo in piazza per un evento elettorale, l’ex presidente del consiglio ha iniziato la consueta stretta di mani tra la folla che si era radunata.

L’individuo, secondo le prime indiscrezioni un rappresentante di un gruppo No Vax, avvicinandosi e fingendo di voler stringere la sua mano, lo ha poi colpito sul volto iniziando a inveire contro le misure di contenimento e protezione introdotte durante l’emergenza pandemica. L’aggressore è stato allontanato dalle forze dell’ordine.

“Il dissenso è legittimo, ma questa manifestazione violenta esula dal contesto democratico”, ha dichiarato in seguito il presidente pentastellato.

L’uomo che ha aggredito Conte, poi, spiega: “Non ho aggredito Conte, ho semplicemente usato il minimo della forza possibile. Il mio è stato un buffetto, per notificargli il mio disprezzo morale. Mio e di milioni di persone”.

Solidarietà da parte del ministro Valditara

“La mia solidarietà a Giuseppe Conte. Mettiamo al bando odio e violenza per una società del dialogo e della pace”. Lo dichiara il Ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara in riferimento all’aggressione subita dal leader M5S.

WhatsApp
Telegram

Storia di Giacomo Matteotti che sfidò il fascismo: una grande lezione di educazione civica per tutti. Webinar gratuito