Trattenimento in servizio: quando si deve presentare domanda?

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Quando è ancora permesso presentare domanda di trattenimento in servizio ed entro quando va presentata?

Buongiorno. Ho 66 anni e 4 mesi. Sono docente della scuola superiore. Ho versato i contributi da ottobre del 2000. Il primo settembre 2011 (data di passaggio in ruolo) avevo 9 anni di precariato. Quando andrò in pensione? Quando dovrei fare domanda per rimanere in servizio fino al raggiungimento del minimo contributivo di 20 anni. Oppure esiste subito qualche via d’uscita? Grazie.

I suoi contributi, purtroppo, non raggiungono i 20 anni di versamento e questo a 66 anni e 7 mesi (67 anni nel 2019) non le permetterà di accedere alla pensione di vecchiaia.

I contributi del ruolo dovrebbero essere di 7 anni mentre per quel che riguarda il preruolo le vengono riconosciuti per intero soltanto i primi 4 anni, i restanti 5 anni le sono riconosciti per due terzi. Dei nove anni di preruolo, quindi, le sono riconosciuti meno di 6 anni.

Per il riconoscimento per intero del preruolo dovrebbe avere almeno 16 anni di ruolo e non ci arriverà prima della pensione.

Trattenimento in servizio, quando e per chi

Ai dipendenti della pubblica amministrazione è consentito il trattenimento in servizio fino all’età di 70 anni qualora al raggiungimento dell’età pensionabile non siano in possesso del requisito contributivo per accedere alla pensione. Ma il trattenimento in servizio può essere richiesto solo a patto che entro i 70 anni si maturino i 20 anni di contributi necessari per accedere alla pensione di vecchiaia. La domanda va presentata a dicembre dell’anno precedente quello del presunto pensionamento di vecchiaia (stessa scadenza che ha la domanda di cessazione dal servizio).

Nel suo caso, però, visto che dovrebbe avere non più di 13 anni di contributi effettivi, anche trattenendosi in servizio fino al compimento dei 70 anni non raggiungerebbe i 20 anni di contributi.

Leggi anche il nostro approfondimento sul trattenimento in servizio.

Pensionamento

L’alternativa di pensionamento è con la pensione di vecchiaia contributiva che richiede un minimo di 5 anni di contributi e un’età pari a 70 anni e 7 mesi nel 2018 (71 anni nel 2019) a patto che la pensione sia calcolata interamente con il metodo contributivo (non devono essere presenti contributi prima del 1996).

 

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile