Quota 100 con riscatto laurea agevolato: di cosa si tratta?

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Una delle ipotesi al vaglio del governo è quello di una quota 100 con il riscatto della Laurea agevolato che permetta di aumentare l’importo dell’assegno e gli anni di contributi.

Ho letto che potrebbero inserire una clausola nella quota 100 che permetterebbe il riscatto agevolato della Laurea. Quanto c’è di vero e di cosa si tratta?

 

Ovviamente si tratta, al momento soltanto di una ipotesi e, quindi, di vero c’è tutto e non c’è nulla, ma si parla della possibilità di permettere il riscatto degli anni di laurea a tassi agevolati per aumentare, da una parte l’importo dell’assegno pensionistico e per aiutare, dall’altra, a raggiungere il requisito contributivo richiesto dalla quota 100.

La Lega sostiene che la quota 100 deve avere oltre che oneri sopportabili per lo Stato anche “misure di buon senso, compresa la pace contributiva nell’ottica di favorire l’aumento volontario della contribuzione da parte dei lavoratori”misure di buon senso, compresa la pace contributiva nell’ottica di favorire l’aumento volontario della contribuzione da parte dei lavoratori”.

Per sostenere tali spese, quindi, si sta pensando ad un riscatto agevolato degli anni di Laurea con tassi agevolati per aumentare l’importo degli assegni per i pensionati e gli anni di contributi necessari all’accesso alla misura.

Al momento, quindi, si tratta di una delle tante ipotesi in campo. Per sapere quanto ci sarà di vero bisognerà aspettare le decisioni conclusive dell’esecutivo.

Leggi anche: Riscatto Laurea: Guida completa

 

 

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile