Pensioni con cumulo o ricongiunzione dei contributi: cosa conviene?

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Cosa conviene maggiormente per ricongiungere spezzoni contributivi versati nel pubblico e nel privato?

Buongiorno. Ho insegnato 11 anni (alcuni in part time) in una scuola paritaria che ha versato regolarmente i contributi all’inps. Adesso sono di ruolo da qualche anno. Devo effettuare ricongiungimento, oppure non è necessario, considerato che la gestione dei dipendenti pubblici è transitata all’inps? Eventualmente, è un’operazione da fare adesso o quando sarà il momento della pensione?

 

I contributi versati nel privato e quelli versati nel pubblico, pur essendo la gestione dei dipendenti pubblici transitata nell’Inps, non sono visibili nell’estratto conto contributivo dell’Inps.

Ricongiunzione

I contributi vanno, quindi, unificati per ottenere un’unica pensione o tramite ricongiunzione, che permette, a chi ha posizioni assicurative in gestioni previdenziali diverse, di riunire, mediante trasferimento, tutti i periodi contributivi presso un’unica gestione, allo scopo di ottenere una sola pensione.

I periodi ricongiunti sono utilizzati come se fossero sempre stati versati nel fondo in cui sono stati unificati e danno quindi diritto a pensione in base ai requisiti previsti dal fondo stesso. Ma la ricongiunzione è onerose e a spese del lavoratore.

Cumulo Gratuito contributi

Il cumulo gratuito dei contributi somma i contributi versati in diverse gestioni, In questo modo il lavoratore che ha contributi versati in gestioni diverse può sfruttarli tutti per giungere alla pensione senza dover pagare le somme previste per la ricongiunzione.

I vari spezzoni contributivi concorrono a far maturare il diritto alla pensione e ad elevare l’importo della prestazione sia di vecchiaia di anticipata. La pensione, così maturata sarà erogata, pro quota, dalle diverse casse previdenziali anche se in realtà sarà anticipata dall’Inps.

La domanda di cumulo dei contributi gratuito va avviato presso l’ente Previdenziale dove risulta versata l’ultima contribuzione e sarà liquidata un’unica pensione dall’Inps con un solo assegno. Anche i lavoratori pubblici (statali e parastatali) possono avvalersi del cumulo gratuito. Attenzione però, perché la stessa Legge di Bilancio precisa che la liquidazione della pensione in regime di cumulo, non sposta i termini stabiliti (12 mesi) per il pagamento dell’indennità di fine servizio.

 

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile