Pensioni 2019: si possono cumulare anni di lavoro all’estero?

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Non sempre il lavoro svolto all’estero permette l’accesso a tutte le prestazioni previdenziali. Vediamo il caso di una lettrice che ha cumulato contributi in Canada.

Buonasera, 
Sono insegnante di scuola superiore di secondo grado e ho 65 anni e 9 mesi (nata 11 gennaio 1953). Insegno dal 1995 nella scuola pubblica, più 1 anno nella scuola privata. In più ho 17 anni all’estero, in Canada. Mi è stato detto che posso cumulare gli anni lavorati all’estero a quelli in Italia. Mi sapete dire se potrò andare in pensione nel 2019? Ringraziandovi

Lavoro in Canada: si possono utilizzare i contributi?

I contributi versati in Canada possono essere utilizzati per andare in pensione in Italia grazie alla convenzione bilaterale esistente tra il nostro Paese e il Canada che permette a tutti i lavoratori, ai loro familiari e superstiti, indipendentemente dalla loro cittadinanza, di far valere periodi di assicurazione in Italia e in Canada e/o periodi di residenza in Canada.

L’Accordo si applica all’assicurazione generale obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia e i superstiti dei lavoratori dipendenti e autonomi nonché agli iscritti alla “gestione separata”, all’assicurazione contro la tubercolosi e all’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali. In alcuni casi è applicabile anche ai trattamenti di previdenza sostitutivi dell’assicurazione generale, come i fondi speciali di previdenza gestiti dall’INPS e altri regimi speciali di assicurazione di alcune categorie di lavoratori ex ENPALS, INPGI ed ex INPDAI.

Attraverso la totalizzazione internazionale con il Canada, in Italia è possibile accedere alle seguenti prestazioni:

  • pensioni di vecchiaia, invalidità e ai superstiti;
  • prestazioni in caso di tubercolosi, in denaro anche ai beneficiari residenti in Canada;
  • prestazioni per familiari a carico del pensionato (erogabili a prescindere dalla residenza dei familiari aventi diritto);
  • prestazioni per infortuni sul lavoro e malattie professionali.

Al momento della domanda di pensione l’interessato deve presentare online la domanda di pensione in Convenzione con il Canada.

In conclusione

Lei è in possesso di 41 anni di contributi tra scuola pubblica, privato e anni lavorati in Canada. Questo non le permette l’accesso alla pensione anticipata in primo luogo perchè la totalizzazione internazionale non è prevista l’erogazione della pensione anticipata (potrà accedere in ogni caso alla pensione di vecchiaia al compimento dei 67 anni) ma anche perchè nel 2019 saranno richiesti 42 anni e 3 mesi di contributi.

Potrà, quindi, accedere alla pensione di vecchiaia nel 2020.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile